Image d'Arlequin

Le Théâtre de la foire à Paris

Textes et documents

1. Théâtres 2. Scénographie 3. Administration 4. Relations sociales 5. Troupes 6. Relations artistiques 7. Pièces 8. Biographies 9. Iconographie 10. Glossaire 11. Bibliographie 12. Chronologie 13. Divers




Le origini italiane della commedia "foraine",
Marcello Spaziani,
Studi Francesi, 1962, pp. 225-239 (extraits)

  • p. 228(n3):

    È doveroso notare, tuttavia, che tali elogi i Parfaict li dunsero, testualmente, dall'avertissement che figurava "à la tête d'une espèce de pièce" ecc. (cioè le stesse Forces de l'Amour et de la Magie): certo, un cartellone, perché non risulta che questa commedia sia stata mai stampata; forse, un raro copione manuscritto dovette capitar loro tra le mani.

  • pp. 228-229:

    C'è da chiedersi allora perché essi abbiano attribuito tanta importanza ad un'opera che appare cosí poco in armonia con lo spirito e con la tecnica di quelle foraines del secolo successivo; ma forse potremmo spiegarci tale elogio incondizionato con il fatto che i Parfaict (e non solo loro, ma anche quegli intenditori che permisero ad Alard di godere, sia pure per pochi mesi, del favore di Luigi XIV) videro in questo canovaccio soprattutto la prima rappresentazione "regolare", bene organizzata e assai vistosa, apparsa in un ambiente, come la Foire, che fino allora sembrava destinato ad accogliere soltanto i rozzi e incomposti tentativi drammatico-funambuleschi di modeste e forse poco affiatate compagnie. Ma, con tutta probabilità, un altro fattore dovette contribuire a far accogliere favorevolmente Les Forces de l'Amour et de la Magie presso i pubblico meno superficiale: quasi l'inconscia soddisfazione nel constatare che finalmente una troupe bene organizzata rivelasse caratteri francesi ... e potesse efficacemente opporsi ai maestri Italiens in alcuni numeri del loro stesso repertorio.

  • p. 230:

    Inoltre, e questo ci pare un altro elemento di qualche rilievo, fino a che punto il testo tramandato dai Parfaict riproduce quello di Alard che nel 1743 era "extrêmement rare", anzi, probabilmente, non mai stampato o divulgato? Non è facile rispondere, ma è solo possibile esprimere fondati dubbi circa la genuinità della stesura pervenutaci. (...) Non ci stupiremmo quindi se qualche documento sicuro venisse a provarci che il canovaccio di Alard fu realmente rimaneggiato ed equilibrato dai Parfaict (i quali di sicuro nobilitarono quasi istintivamente parecchie altre scene italiennes e foraines che trascrissero nei loro fondamentali repertori).

.
Last modified: .
--> See also:
Calendrier des spectacles sous Louis XIV,
Parfaict, Mémoires... (1743) tome 1, tome 2
Campardon, Les Spectacles de la foire... (1877)
The WWW Virtual Library of Theatre and Drama.
This project is supported by the British Academy,
the UK Higher Education Funding Councils (HEFCE), the AHRB and
Oxford Brookes University, Oxford, United Kingdom.
Copyright © 1996-2000 Barry Russell
barry@foires.net.